Abstract

Aligners: Knowing the Limits To Overcome Them

di Piergentili Matteo

L’obbiettivo della relazione è esaminare e conoscere i limiti della terapia ortodontica con allineatori in termini clinici, al fine di poter individuare gli strumenti e i meccanismi necessari a superarli. Analizzeremo inizialmente i limiti intrinseci dello strumento allineatori: materiali, struttura dell’allineatore, compliance; vedremo come questi influenzano in maniera positiva e/o negativa le diverse meccaniche. Successivamente, ci concentreremo sulle malocclusioni che rappresentano maggiori difficoltà utilizzando questo strumento terapeutico. Partendo dalla letteratura e analizzando le ultime systematic review e tutta una serie di studi retrospettivi, ci concentreremo su come utilizzare gli allineatori per risolvere il deep-bite e per gestire i movimenti radicolari. Parleremo del deep-bite mostrando due casi clinici con caratteristiche e tipologie differenti; vedremo, infatti, come correggere il morso profondo sia nei casi in cui è possibile proclinare e livellare la Spee, sia nei casi in cui non vi è presente affollamento; utilizzando: bite turbos, elastici verticali, attachment di ritenzione e ipercorrezione. Analizzeremo, infine, un caso in cui è stato possibile gestire il movimento radicolare di un canino inferiore sfruttando le potenzialità offerte dalla tecnologia 3D, eseguendo un matching tra CBCT e modelli virtuali delle arcate del paziente, ottenendo una programmazione delle movimentazioni combinate di denti e radici. In questo caso clinico si mostrerà come l’utilizzo strategico di forze sul primo e secondo ordine hanno permesso di ottenere un momento della coppia in grado di gestire un movimento di torque.

Obiettivi di apprendimento

Dopo la tua relazione sarai in grado di Conoscere le caratteristiche e i limiti che influenzano la terapia ortodontica con allineatori
Dopo la tua relazione sarai in grado di Comprendere ed analizzare gli strumenti per correggere il morso profondo nei casi in cui è possibile proclinare e nei casi in cui non è possibile farlo
Dopo la tua relazione sarai in grado di Conoscere le potenzialità della simulazione virtuale utilizzando CBCT e modelli 3D delle arcate per ottenere movimenti radicolari